ROI: ritorno dell’investimento nelle consulenze SEO

L’era del COVID ha messo in luce molte fragilità nelle strategie di comunicazione delle aziende, che dall’oggi al domani si ritrovano a fare i conti con la visibilità online.

Molte di quelle che non l’hanno fatto prima, scelgono la SEO come canale di promozione del proprio business, in quanto scalabile e monitorabile.

Altre realtà decidono di investire per la prima volta su un e-commerce e, per poter pianificare un’attività di promozione online efficace, è necessario avere bene chiaro il ROI, cioè in che modo il capitale investito possa generare un guadagno.

Definizione di ROI

R.O.I. cos’è?

È l’acronimo di Return On Investment, ovvero Ritorno dell’investimento.

In poche parole è la formula che permette di calcolare il guadagno di una certa attività di Marketing o di promozione online.

L’importanza del ROI sta nel riuscire a fare pelle previsioni e poter quindi proiettare dei risultati basati sul rapporto tra il capitale investito e il guadagno ottenuto.

Il ROI della SEO: partiamo dalla previsione dell’incremento del traffico organico

La SEO, lo diciamo costantemente, non può promettere risultati specifici e se lo fa c’è sempre da preoccuparsi. Ma è possibile identificare e prevedere un Impatto plausibile e definire delle probabilità di risultati in termini di traffico organico.

Le previsioni di traffico si possono fare in tanti modi, di seguito uno dei metodi più efficaci per prevedere l’incremento di traffico di un sito

Prevedere il traffico proveniente da una parola chiave

Le previsioni di traffico basato sul posizionamento di una parola chiave specifica sui risultati della SRP per la ricerca organica ci permette di:

  • Creare una curva di probabilità di clic
  • Moltiplicare il traffico previsto per il CTR in base alla posizione della KW
  • Stimare quale aumento delle posizioni è possibile ottenere

Le proiezioni del traffico organico Step by Step

Di seguito ti spiego in che modo è possibile fare delle proiezioni di traffico organico in una consulenza SEO

1. Identificando le parole chiave

Nella fase iniziale di una consulenza si effettua sempre una Keyword Research, ovvero la ricerca e l’identificazione delle parole chiave strategiche che andranno a definire la strategia dell’intero progetto e che monitoreremo nell’arco della consulenza SEO.

2. Calcolando il “traffico stimato”

Il traffico stimato è la quantità totale di traffico che potresti ottenere con le keywords strategiche individuate a secondo del posizionamento raggiunto.  Diversamente dal Volume di ricerca, che stima il numero di volte in cui viene cercata mensilmente una parola chiave, il traffico si basa sui clic che si possono potenzialmente ottenere.

I clic potenziali dipendono da diversi fattori, tra cui:

  • Il volume di ricerca: più ricerche vengono fatte, più è probabile ricevere traffico
  • Il posizionamento della kw: meglio è posizionato il ostro sito per una parola chiave, più possibilità ha di essere cliccato
  • La SERP che Google restituisce per una determinata ricerca:  se la SERP è ricca di Knowledge Graph, annunci a pagamento, featured snippet, meno probabilità avranno i risultati organici di essere cliccati.

Alcuni tool ci possono aiutare. Per esempio nello strumento per le parole chiave di Ahrefs (Keyword Explorer) c’è una colonna dedicata ai clic organici.

previsioni di traffico su ahrefs

Nell’esempio, la parola chiave ricetta panettone ha un traffico potenziale mensile pari a 3070, se nella 1° posizione e 22 se nella 7° posizione.

Quindi una volta individuate le kw su cui lavorare è possibile fare una stima del traffico potenziale raggiungibile con i cambi di posizione.

Una volta identificate le parole chiave su cui basare la strategia di crescita, è buona norma raccogliere informazioni confrontando i dati dei migliori risultati per quelle parole chiave, sia da un punto di vista di ottimizzazione onsite che di attività di backlink svolte dai principali competitors.

3. Stima dell’impatto

La stima dell’impatto sul traffico è chiaramente una previsione non certa, ma approssimativa, che dipenderà da molti fattori più o meno impattanti.

Una volta raccolti tutti i dati, quindi, è possibile creare una curva di crescita ipotetica,  fornendo tre diversi scenari: conservativo, realistico, ottimista.

  • Lo scenario conservativo è la previsione del minimo raggiungibile
  • Lo scenario realistico è quello a cui puntiamo di arrivare
  • Lo scenario ottimista è il massimo risultato raggiungibile in assoluto.

4. Monitorando  

Sia nella fase di ottimizzazione che nella fase successiva, il monitoraggio costante è la chiave. 

È necessario verificare costantemente l’andamento dei nostri risultati per capire dove sta funzionando davvero la nostra strategia e dove, invece, potrebbe essere necessario modificarla o migliorarla.

Il confronto è sempre con la base da cui abbiamo iniziato: il traffico di partenza, che diventerà il nostro punto zero.

Formula per calcolare il ROI dell’attività SEO

Una volta identificate le proiezioni di traffico è possibile iniziare a stimare il rapporto tra conversione e guadagno e di conseguenza le entrate generate dall’attività SEO.

Le formule da utilizzare si distinguono in base al modello di business. Qui vediamo il caso più comune: l’e-commerce.

ROI: Formula per E-commerce

Le attività di e-commerce hanno un grosso vantaggio: gli acquisti avvengono direttamente sul sito, il che significa che abbiamo un importo reale delle entrate generate e sono facilmente individuabili da Google Analytics.

tasso di conversione e-commerce

La formula per calcolare il ritorno dell’investimento di un e-commerce è la seguente:

ROI SEO = traffico * CR medio della pagina del prodotto * margine di guadagno medio del prodotto

Dove CR sta per Conversion Rate. Se vuoi capire di cosa si stratta e qual’è la media per ogni settore nel 2020, puoi leggere questo articolo: Conversion Rate: dalla formula alle statistiche e-commerce 2020

Conclusione

Abbiamo sempre detto che è necessario diffidare da chi vi promette risultati certi. La raccomandazione è sempre valida, infatti è importante che le eventuali proiezioni esposte abbiano sempre una forbice dei risultati raggiungibili.

Avere degli obiettivi chiari, quantificabili, significa avvicinarsi di più fin da subito al loro raggiungimento.

 

Articoli Correlati

Migliori SEO tester online

Se vuoi sapere se il tuo sito è ottimizzato devi conoscere l’importanza di un SEO test e dei tool da utilizzare   Infatti, per... more

Redirect 301: con e senza htaccess

Stai cercando di capire cosa sono i 301 redirect, a cosa servono e come farli Ti diremo tutto quello che devi sapere riguardo ai redirect... more

Le Stories approdano su Google. Parole chiave? Creatività e qualità!

Le Web Stories di Google sono una nuova funzionalità per siti web che consiste nel pubblicare contenuti multimediali fatti di audio, video,... more

Vuoi essere il nostro prossimo cliente felice?

Ogni anno gestiamo oltre 100 clienti, il 99% sono felici!