Il blog di Quindo

activity-2286443_1280.jpg

Perché le PMI hanno bisogno del marketing digitale

Partiamo da alcuni dati fondamentali per capire in quale direzione stiamo andando quando si parla di Marketing Digitale: in Italia sono 42 milioni gli utenti che quotidianamente accedono ai social (pari al 60% dell’intera popolazione) e sono oltre 3 milioni le piccole e medie imprese a livello mondiale che investono attivamente su piattaforme social con un trend in costante aumento.
Appare evidente che questo numero è indicativo della fiducia delle Pmi nei nuovi strumenti social considerati una nuova ed importante opportunità di business e riconosce nel Web la nuova piazza virtuale dove la domanda e l’offerta possono incontrarsi con reciproca fiducia e soddisfazione.

Altro dato estremamente interessante: gli utenti che dichiarano di fare ricerche online prima di acquistare prodotti sono prevalentemente di età compresa tra i 25 e i 60 anni e si collocano nella fascia di reddito più interessante per le aziende che intendono veicolare le loro strategie di marketing nel Web. Se i potenziali clienti navigano nella rete è lì che le piccole e medie imprese devono investire per attrarli e per trasformare le loro ricerche virtuali in acquisti reali.

Adattarsi al cambiamento delle modalità di acquisto nel caso di investimenti in marketing significa che è giunto sicuramente il momento di sostituire le vecchie campagne pubblicitarie fatte di cartelloni stradali, di poster o di volantini lasciati nella cassetta della poste o sotto al tergicristalli (che nostalgia!).
Cerchi dei buoni motivi per passare al marketing digitale?

Risultati misurabili e chiari ma soprattutto investimenti efficaci

Il marketing digitale non è necessariamente la piattaforma più economica, ma sicuramente la più efficace.
Un esempio? Con un investimento di appena € 150 in Facebook Advertising è possibile mostrare la propria inserzione più di 30.000 volte, raggiungendo oltre 8.000 persone che avremo identificato come “il tuo cliente tipo”.
Utilizzando sistemi di analisi e reportistica è possibile quantificare il costo esatto di ogni singolo contatto ottenuto o la conversione in acquisto di ogni singola campagna pubblicitaria (e anche di ogni singolo annuncio), questo ci permetterà di calibrare con ancora maggiore efficacia la campagna successiva e a dirottare il budget verso la soluzione più performante.

Possibilità di profilare gli utenti ai quali vogliamo rivolgerci

Le campagne su piattaforme come Facebook o Google ci permettono di scegliere chi vedrà la nostra pubblicità: questo supera il concetto tradizionale di spazio pubblicitario, perché non solo scegliamo dove, come e quando verrà visualizzata la nostra campagna, scegliamo ad esempio il sesso, la professione, la zona di residenza, lo stato civile e gli hobbies.
Addio alla vecchia pubblicità “a pioggia” adesso possiamo entrare a casa proprio di chi vorremmo come cliente.

Gestire la reputazione della nostra azienda

Solo conoscendo cosa pensano i clienti della nostra azienda riusciremo a migliorare e non fallire.
La possibilità di gestire in tempo reale eventuali commenti sia positivi che negativi sull’esperienza di acquisto ci offre l’opportunità ad esempio di migliorare alcuni processi, di dare costante assistenza al cliente e soprattutto ci permette di veicolare il messaggio che siamo in grado di gestire qualsiasi situazione anche se negativa, non solo a chi ha effettuato l’acquisto ma anche a tutti gli utenti che seguono il nostro canale.
Il cliente deve essere posto al centro dell’attenzione e questo apparirà evidente interagendo con lui in trasparenza e in maniera risolutiva.

Strumenti e sistemi accessibili (quasi) a tutti, non solo social

Se state pensando che potrebbe essere sufficiente essere presente su una o più piattaforme social per ottenere visibilità e quindi conversioni state commettendo un errore, perché non basta fare della pubblicità improvvisandoci social manager di noi stessi.
Per ottenere risultati è necessario che le aziende realizzino piani di inbound marketing strategici per conquistare e fidelizzare i clienti. Occorre una presenza costante e organizzata, occorre avere la capacità di sintetizzare il messaggio pubblicitario senza perdere di vista l’identità dell’azienda e del prodotto, occorre non inviare messaggi confusi e ottimizzare al meglio il budget entro il quale vogliamo rimanere. E cosa molto importante è necessario essere in grado di leggere i risultati ottenuti dalle campagne che abbiamo gestito per poi impostare le successive con l’obiettivo costante di migliorare il rapporto tra investimento e conversione.
Un’efficace consulenza di web marketing non deve limitarsi ai social, ma prevedere anche gli altri strumenti indispensabili per una strategia vincente.

Da cosa iniziare per portare la “rivoluzione digitale” nella tua azienda?

  • Un sito web veloce e facilmente navigabile anche da smartphone (ovviamente ottimizzato per i motori di ricerca)
  • Strumenti per monitorare i risultati (come Google Analytics)
  • Un piano editoriale per comunicare attraverso i social network
  • Un budget per le campagne pubblicitarie online
  • Creare un servizio di customer care attento e professionale

Il digital marketing deve prevedere un buon mix di strumenti (SEO, campagne pubblicitarie pay per clic, social network, email marketing, content marketing) deve saper riconoscere, raggiungere, farsi trovare e appassionare gli utenti, deve saper far trovare il prodotto giusto al potenziale cliente nel momento giusto.
Niente deve essere lasciato al caso, per questo devi rivolgerti a dei professionisti per capire di cosa hai realmente bisogno, valutare quali sono gli strumenti efficaci per il tuo business, realizzare il tuo progetto, monitorare e ottimizzare le attività, per un’evoluzione digitale della tua azienda.

Mandaci un messaggio o chiamaci, ti guideremo nell’evoluzione digitale della tua azienda per ottenere i risultati che desideri!
wa+39 327 0484949

 

Simona ChitiPerché le PMI hanno bisogno del marketing digitale

Sei arrivato fino in fondo all'articolo?

L'hai davvero letto tutto tutto? Allora non puoi che condividerlo sui social! Fai sapere al mondo quanto siamo bravi bravissimi... anche a scrivere articoli.
PS: anche se non l'hai letto per intero ma hai trovato che le parti in grassetto fossero fantastiche, cosa aspetti? Condividilo lo stesso! ;)

Nome (*)

Email (*)

Telefono (*)

Di cosa si occupa la tua azienda?

privacy Acconsento al trattamento dei dati secondo le modalità qui riportate.

Partecipa alla conversazione