Il blog di Quindo

estee-janssens-396885-unsplash-e1537904417263.jpg

Come creare un piano editoriale SEO friendly

Un buon piano editoriale è funzionale agli obiettivi che ci poniamo. Quello che accomuna la maggior parte dei progetti online è l’aumento del traffico organico attraverso il migliore posizionamento possibile della pagina su cui stiamo lavorando.

La presenza di contenuti di valore fa la differenza in ambito SEO (e ovviamente anche per i lettori!).

Identificare obiettivi e target

Ogni volta che progettiamo un piano editoriale per un cliente (talvolta dopo avergli spiegato che cos’è) fissiamo un appuntamento per capire insieme quali sono gli obiettivi che si vogliono raggiungere.

Conoscere il cliente significa avere ben chiaro qual è l’immagine che vuole trasmettere al pubblico e, naturalmente, in che cosa consiste il prodotto o il servizio che intende promuovere.  Questo deve condurre a capire come (e se) il cliente comunica con il proprio target di riferimento.
Il linguaggio, il modo che il nostro cliente ha di comunicare, è uno dei suoi caratteri distintivi, e va delineato e sfruttato al meglio. Questo include il registro ovvero il cosiddetto “tono di voce” (informale, provocatorio, ironico, ecc…) e i mezzi preferiti (immagini, meme, video, tutorial…).

Analizzare i competitor per vedere come se la cavano potrebbe sembrare una mossa poco sportiva, invece è molto utile in quanto ci potrebbe suggerire lacune, punti di forza da sfruttare, e in che modo presentare un prodotto o un servizio in modo nuovo e originale.

Crea un piano editoriale SEO friendly

Il modo più pratico per redigere un piano editoriale è  quello di creare un foglio excel con tutti i punti che devono essere presi in considerazione distribuiti tra le celle.

Inizia con definire chi del team (nel caso non lavoriate da soli) si occuperà di generare quali contenuti. Il tipo di contenuto scelto deve essere la giusta combinazione tra quello che vuole il cliente e quello che è più funzionale al posizionamento e alla vendita del servizio o prodotto (naturalmente ogni contenuto deve avere uno stile chiaro e coerente con l’immagine del brand e con gli altri contenuti).

Tra le celle del foglio excel del piano editoriale SEO friendly perfetto non possono mancare:

  • Titolo
  • Tag title
  • Focus keyword
  • Argomenti correlati e intenti di ricerca
  • Tag
  • Categoria

Tutto questo deve orbitare intorno ad un punto fondamentale, che consiste nella scelta delle keyword che possono essere individuate grazie a strumenti gratuiti come Google Keyword Planner.
La scelta delle parole chiave è un momento strategico di grande importanza per capire su quali keyword fare perno per migliorare il posizionamento, ma anche per conoscere le intenzioni del cliente ideale (e gli intenti di ricerca latenti). Un esempio? Se cerco “come curare la calvizie”, intendo trovare un prodotto in farmacia da poter utilizzare da solo, o sto cercando un centro tricologico specializzato a cui affidarmi? Uno strumento come Answerthepublic può essere un valido alleato a questo scopo.

Un aspetto altrettanto importante è organizzare sia la struttura del singolo post che le categorie (ed eventuali sottocategorie) in modo da consentire una SEO efficiente. Ciò naturalmente fa riferimento anche alla struttura del sito o del blog, che dovrà presentare un’architettura ben progettata. Occorre poi stabilire la calendarizzazione dei contenuti, quindi quando questi verranno pubblicati e con quale frequenza.

Il piano editoriale è un work in progress

Il piano editoriale deve svilupparsi anche nel tempo, ed essere regolarmente aggiornato in base alle tendenze, alle news del settore sul quale stiamo lavorando e agli obiettivi strategici periodici del cliente. Non dimenticare che il piano editoriale ruota intorno al cliente ideale a cui dovrai sempre stimolare la curiosità con un contenuto particolarmente appetitoso e in target (!).

Se sei arrivato a leggere persino questa riga, allora ho scritto un contenuto efficace per il mio lettore ideale.

Danilo De OliveiraCome creare un piano editoriale SEO friendly

Sei arrivato fino in fondo all'articolo?

L'hai davvero letto tutto tutto? Allora non puoi che condividerlo sui social! Fai sapere al mondo quanto siamo bravi bravissimi... anche a scrivere articoli.
PS: anche se non l'hai letto per intero ma hai trovato che le parti in grassetto fossero fantastiche, cosa aspetti? Condividilo lo stesso! ;)

Nome (*)

Email (*)

Telefono (*)

Di cosa si occupa la tua azienda?

privacy Acconsento al trattamento dei dati secondo le modalità qui riportate.

Partecipa alla conversazione