L’Italia impara a fare la spesa online

Trend spesa online

Così cambiano le nostre abitudini in tempo di pandemia

Questa volta non si tratta né di Cyber Monday né di Black Friday, il picco degli acquisti online questa volta si chiama COVID-19.

Dai dati Nielsen si riscontra un aumento degli acquisti online dell’80% rispetto allo scorso anno, con un incremento di 30 punti percentuali rispetto al periodo che ha preceduto l’emergenza.

Non c’è dubbio che gli acquisti online in generale in questo momento stiano crescendo esponenzialmente e che la maggior parte di questi acquisti sia stato fatto da persone che non avevano mai comprato online. Ma la vera digitalizzazione degli italiani la stiamo vedendo sulla spesa online, dettata sia dalla praticità che dalla necessità di questo periodo.

Valentina Pontiggia, direttrice dell’Osservatorio eCommerce B2c del Polimi, sottolinea infatti:

“Il Food & grocery partiva da una situazione di basso sviluppo in Italia, una penetrazione dell’1,1% a fine 2019. In pratica di ogni 100 euro spesi nel settore alimentare solo 1 passava attraverso l’online. In poche settimane la domanda è schizzata, moltiplicandosi per un fattore di 10 o 20”.

 

Questa settimana abbiamo la fortuna di avere un punto di vista interno, di chi in questo periodo ne sta davvero provando l’impatto in prima persona: Marco Porcaro, Ceo & Founder di Cortilia.

 

Ciao Marco, come stai? Per chi non ti conoscesse vuoi introdurre Cortilia?

Cortilia è un innovativo e-commerce che consente di ricevere a domicilio, nel giorno e nella fascia oraria prescelta, una spesa piena di gusto e artigianalità, come in campagna. In un semplice click, consegniamo direttamente a domicilio prodotti a filiera corta di qualità, da prodotti freschi e freschissimi come frutta e verdura e carne e pesce a quelli per la casa e gli animali. Cortilia vuole rispondere alle esigenze di tutte quelle persone attente ai sapori autentici, alla qualità, alla tracciabilità lungo tutta la filiera e agli acquisti consapevoli.

Come ha impattato questa pandemia su Cortilia e sul trend della spesa online?

Cortilia, già prima dell’emergenza COVID-19, era un’azienda in forte crescita, con un tasso di circa il +50% rispetto all’anno precedente. Questa situazione ha spinto molte più persone a rivolgersi all’e-commerce, pertanto il ritmo di crescita è raddoppiato. Ciononostante riuscire a soddisfare tutte le richieste è difficile e la logistica è satura per giorni. Da quello che possiamo desumere dall’incremento del traffico online e dai cambiamenti nei trend di ricerca, stimiamo che la domanda sia potenzialmente decuplicata.

Per quanto riguarda il basket di acquisti, normalmente per noi la domanda è molto focalizzata sul prodotto fresco, in questa fase, in maniera analoga ad altri distributori, abbiamo riscontrato un incremento sui prodotti da dispensa (farine, lievito, ecc.), ma anche sull’ortofrutta.

Quali sono le principali problematiche riscontrate e quali i provvedimenti speciali che avete attuato?

L’eccessivo aumento di traffico ha generato problemi di funzionamento del sito e dell’app e ci ha costretto a contenere gli accessi. Attualmente si può accedere al sito solo quando sono disponibili nuove consegne. Il sito resta comunque sempre accessibile per chi ha un abbonamento o per chi ha una spesa già confermata.

Siamo costantemente al lavoro sia per garantire l’accesso allo store (sito e app), sia per incrementare la nostra capacità produttiva e quindi mettere a disposizione più consegne.

Da un punto di vista tecnico, un picco di traffico così elevato non era prevedibile. La domanda è esplosa in pochissimo tempo (basta vedere su Google Trend il picco incredibile che ha subito la keyword “Spesa Online”) e ha portato a una temporanea indisponibilità del servizio, fortunatamente risolta in poco tempo.

Dal punto di vista della logistica abbiamo effettuato delle modifiche sulle fasce orarie in modo da essere estremamente flessibili ma la vera sfida è stata mettere in sicurezza il magazzino: abbiamo introdotto nuove procedure così da garantire il rispetto delle distanze oltre che una sanificazione degli ambienti giornaliera.

Mi dicevi ad esempio di una corsia preferenziale riservata ai medici e al personale sanitario?

Esatto, in collaborazione con Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico di Milano e ASST Spedali Civili di Brescia, che operano nella regione più duramente colpita dalla diffusione del Coronavirus, abbiamo attivato una white list che dà la possibilità ai medici e al personale sanitario di usufruire di una corsia preferenziale per accedere allo store online e di uno sconto del 10% sugli acquisti.

Al momento l’iniziativa è dedicata agli operatori dei due ospedali ma potrà essere estesa a ulteriori strutture nel corso delle prossime settimane.

Pensi che il trend della spesa online si consoliderà nelle abitudini degli italiani?

Tutto dipenderà dai tempi della ripresa e da quanto gradualmente ripartiranno i consumi fuori casa. Nel medio termine il canale potrebbe crescere in modo rilevante, sia per il consolidamento dell’abitudine all’e-commerce in chi lo aveva solo provato, sia per l’ingresso di nuovi clienti nel mercato.

Ritengo che questo periodo storico lascerà nei consumatori una maggior consapevolezza del fatto che un buono stato di salute passa anche dall’alimentazione e dal giusto apporto di nutrienti essenziali.

 

Articoli Correlati

Come aprire un sito e-commerce da zero

Quando si decide di mettere su un negozio fisico, la prima cosa a cui si pensa è il luogo, la posizione migliore che attiri i potenziali... more

[Case history] Arcaplanet e Unieuro due esempi diversi di gestione del servizio clienti e-commerce

Secondo le statistiche di Google sulle abitudini di acquisto degli italiani online, dopo aver effettuato la ricerca del prodotto da acquistare... more

Web design: il “magico” potere dei colori nel web

Come saprete, o avrete sperimentato, la lettura su schermo, monitor, tablet o cellulare, non è sempre agevole, per questo chi realizza... more

Vuoi essere il nostro prossimo cliente felice?

Ogni anno gestiamo oltre 100 clienti, il 99% sono felici!