L’importanza strategica della SEO per ottenere un vantaggio competitivo

Ormai lavoro nel mondo della SEO da circa una decina di anni e ho accumulato un po’ di esperienza per poter affermare che il mondo digitale è caratterizzato da una competizione sempre più serrata.

Noto però con piacere anche che l’interesse per la SEO da parte delle aziende è sempre più in crescita, anche alla luce del costo sempre più alto delle campagne Google ADS.

Per questa ragione, in questo articolo voglio raccontarti perché adottare una solida strategia di Search Engine Optimization (SEO) è utile per distinguersi dai concorrenti e raggiungere il pubblico di riferimento.

Capiremo insieme l’importanza strategica della SEO per le aziende di ogni tipologia e settore e perché è fondamentale inserirla tra le attività di un piano di web marketing di lungo periodo.

Scopriremo insieme le diverse attività SEO, come il tech audit, la ricerca delle parole chiave, il monitoraggio dei competitor e la creazione di nuovi contenuti, mettendo l’accento sull’approccio strategico necessario per l’analisi dei dati e l’adozione di nuove idee e contenuti sul sito web.

Un approccio strategico alla SEO

Per ottenere un vantaggio competitivo duraturo sulla concorrenza, è necessario adottare un approccio strategico alla SEO. Ciò significa sfruttare i dati per guidare le decisioni e le azioni. L’analisi dei dati, come il monitoraggio delle prestazioni del sito web, l’andamento delle visite organiche e l’interazione degli utenti, fornisce informazioni preziose per identificare le aree di miglioramento e le opportunità di ottimizzazione. Inoltre, il monitoraggio dei competitor consente di comprendere le loro strategie, identificare i punti di forza e di debolezza e adottare nuove strategie per superarli. L’aggiornamento costante dei contenuti del sito web, tenendo conto delle nuove tendenze di ricerca e delle esigenze degli utenti, è fondamentale per rimanere rilevanti e competitivi. Questo anche tenendo di conto delle numerose novità che impattano sempre di più il settore. Negli ultimi mesi si è tanto parlato di intelligenza artificiale e di strumenti come Chat GPT che, se sfruttati con intelligenza, possono rivelarsi molto utili per automatizzare task lunghi e ripetitivi, facilitare la lettura dei dati etc.

Le attività SEO fondamentali

Per ottenere un vantaggio competitivo attraverso la SEO, è necessario dedicarsi a diverse attività chiave. In primo luogo, un tech audit approfondito del sito web è fondamentale per identificare e risolvere eventuali problemi tecnici che potrebbero influire sulla visibilità e sul posizionamento nei motori di ricerca. Successivamente, la keyword research permette di individuare le parole chiave pertinenti per il settore e l’azienda, in modo da ottimizzare i contenuti del sito web in base alle richieste degli utenti. La scrittura di contenuti di qualità, mirati e pertinenti per le parole chiave identificate, è un altro aspetto fondamentale per il successo della SEO.

Altre attività da considerare sono poi il monitoraggio dei competitor e la scrittura o la revisione dei contenuti già presenti sul sito.

Tech audit: how to

Un tech audit è utile per fare una sorta di SWOT analysis del sito dal punto di vista tecnico, controllando tutto quello che può impattare sulla visibilità organica di un sito. In particolare:

  • i punti di forza
  • i punti di debolezza
  • le opportunità
  • le minacce

Si analizzano quindi tutti gli aspetti di natura tecnica: errori del client, performance di velocità, eventuali problemi del server… per poi passare al controllo di title e description, immagini, tag etc.

L’intento è capire se tutti questi elementi controllati rispecchino le linee guide di Google e, in caso negativo, capire come poter intervenire e risolvere in ottica migliorativa e strategica.

Monitoraggio dei competitor per adottare nuove strategie

Uno dei pilastri fondamentali di una strategia SEO vincente è il monitoraggio dei competitor. Tenere d’occhio ciò che fanno i concorrenti nel panorama digitale è essenziale per comprendere le loro strategie e identificare nuove opportunità per distinguersi. Ecco alcune pratiche utili per monitorare i competitor relativamente alla SEO.

  • Analisi delle parole chiave: identificare le parole chiave principali per il settore e monitorare quali concorrenti svettano in quelle posizioni nei risultati di ricerca è molto importante.
  • Monitoraggio dei contenuti: una volta individuati i competitor presenti in SERP in relazione a determinate keyword, è importante analizzare i tipi di contenuti che pubblicano sul loro sito web, ma anche sui canali social. Questo darà un’idea delle tematiche che stanno affrontando e delle strategie di contenuto che stanno adottando. Potremmo così scoprire nuovi argomenti da esplorare, nuovi topic da snocciolare e soprattutto dei gap da colmare.
  • Monitoraggio dei backlink: identificare i backlink che i competitor stanno ottenendo è uno spunto utile per trovare nuove fonti di link building che abbiamo considerato prima, da includere nella propria strategia.
  • Analisi delle performance: valutare le prestazioni di velocità dei siti dei competitor e le stime di traffico del sito consente di valutare il successo delle loro strategie e adottare eventuali misure correttive.

Pertanto monitorare i competitor e sfruttare gli strumenti e le risorse disponibili per tenere il passo con l’evoluzione del settore di riferimento e provare ad acquisire un vantaggio competitivo duraturo è sempre una buona idea!

Creazione di nuovi contenuti e analisi della SERP

Un altro aspetto su cui voglio soffermarmi riguarda la creazione di nuovi contenuti di qualità. Non solo aiuta a migliorare la visibilità del sito web, ma consente anche di affermarsi come un’autorità nel settore e di attirare il pubblico di riferimento. Tuttavia, è importante basare la creazione dei contenuti su una solida analisi della SERP e sull’osservazione delle azioni dei competitor.

Prima di iniziare a creare nuovi materiali, è necessario analizzare la SERP per le keyword di interesse. Questo darà un’idea dei tipi di contenuti che i motori di ricerca considerano rilevanti per quelle query. Potremmo scoprire che certi tipi di contenuti, come guide dettagliate o video tutorial, si posizionano meglio per determinate keyword.

Successivamente, è bene esaminare attentamente i contenuti dei competitor che si posizionano per le keyword che di interesse. Analizzare il formato, la struttura, gli elementi visivi fornirà spunti preziosi per la creazione dei nostri, in modo da poter offrire qualcosa di unico e di valore aggiunto.

La creazione di nuovi contenuti non riguarda solo il testo. Le immagini, i video, le infografiche e altri formati multimediali possono arricchire l’esperienza degli utenti e migliorare il posizionamento sui motori di ricerca. Analizzare la SERP e capire quali formati possono veicolare al meglio un dato contenuto per un utente, è il modo migliore per capire come integrarli in una content strategy.

L’adozione di una strategia SEO mirata è quindi fondamentale per le aziende di tutte le dimensioni e i settori per ottenere un vantaggio competitivo nel panorama aziendale digitale. Se vuoi sapere come fare, affidati al nostro team e contattaci!

 

Iscriviti alla newsletter

Ricevi contentuti esclusivi e news sulla SEO

Contattaci