Google Page Experience Update: cosa è cambiato?

page experience signals 

A novembre 2020 risale l’annuncio del Page Experience Update, data nella quale ovviamente ogni SEO ha cominciato a tremare. Nei mesi successivi fortunatamente è emerso che il cambiamento sarà graduale a partire da metà giugno 2021, il 19 aprile infatti Google ci ha condiviso un piano degli aggiornamenti più importanti.

 

La UX diventa un fattore di ranking

Proprio da pochi giorni Google ha inserito negli oltre 200 fattori di ranking anche l’esperienza dell’utente nella singola pagina web.

Il processo di aggiornamento è ancora in corso e dovrebbe concludersi non prima di fine agosto 2021, con lo scopo, ormai lo sappiamo, di valorizzare le pagine che garantiscono all’utente una eccellente esperienza.

Come specifica Sowmya Subramanian‎, Director of Engineering for Search Ecosystem in Google:

“un nuovo segnale che combina Core Web Vitals con i nostri fattori esistenti sulla user experience per fornire un quadro olistico della qualità dell’esperienza di un utente su una pagina Web”.

 

Cosa cambia con il page experience update?

Per ora non abbiamo visto cambiamenti drastici e repentini delle SERP, come in update del passato, sia perché per le tempistiche con cui sta avvenendo l’aggiornamento, ma soprattutto perché la UX entrerà a far parte di decine di fattori che influenzano il posizionamento di una pagina.

In che modo l’esperienza sulle pagine incide sul ranking?

Pare che l’esperienza non sarà importante quanto il contenuto, ma che, in scenari fortemente competitivi, potrebbe essere determinante.

Per il posizionamento di una pagina, Google ora prende in considerazione degli indicatori di esperienza, in particolare i Core Web Vitals.

Core Web Vitals

Come sappiamo ormai, i Core Web Vitals sono un insieme di metriche user-centered real-world che valutano la user experience del tuo sito web. Infatti in Google Search Central leggiamo come questi si combinano ad altri fattori, prestando sempre più attenzione alla UX:

 “The new page experience signals combine Core Web Vitals with our existing search signals including mobile-friendliness, safe-browsing, HTTPS-security, and intrusive interstitial guidelines.”

page experience signals 

Il nuovo rapporto Esperienza sulle pagine di Google Search Console

Nella nostra indispensabile Google Search Console oggi troviamo il rapporto Esperienza sulle pagine, dedicato proprio all’analisi si questi nuovi segnali.

page-experience-report-google

Un rapporto indispensabile in questa fase di cambiamento, che unisce il rapporto Segnali web essenziali con gli altri fattori che vengono considerati per il posizionamento di una pagina:

  • sicurezza HTTPS,
  • assenza di annunci interstitial invasivi,
  • stato di navigazione sicura,
  • ottimizzazione per i dispositivi mobili.

Il rapporto Esperienza con le pagine permette di valutare velocemente lo stato del vostro sito web e avere molti dettagli sugli interventi necessari a migliorarne le performance.

Oltre a questo nuovo rapporti, è stato aggiornato anche il rapporto di Rendimento, in cui è possibile filtrare le pagine con una buona esperienza.

 

Impatto del Page Experience Update sulle Top Stories delle SERP

Un’altra significativa variazione di questo giugno 2021 legata alla page experience sono i criteri necessari per rientrare nella sezione delle notizie principali delle SERP Mobili di Google.

Non sarà più indispensabile utilizzare AMP per essere nelle Top Stories

Ovviamente, per apparire nel carosello di Notizie principali rimangono necessari i requisiti di Google News, ma non sarà necessario il formato AMP. Inciderà invece la page experience in aggiunta agli altri fattori già valutati.

Per chi già utilizza AMP non ci saranno cambiamenti da apportare, ma chi ancora non aveva implementato questo formato potrà farne a meno e concentrando la sua attenzione sull’ottimizzazione della UX potrà competere in questa arena sempre più popolata.

 

Cosa fare mentre avviene il Page Experience Update

Alla conclusione di questo aggiornamento le SERP saranno cambiate, non solo in termini di risultati, ma anche di aspetto. Le pagine UX friendly saranno etichettate, attirando sicuramente l’attenzione dell’utente e aumentando il CTR di queste Url.

Le modifiche per rendere i vostri siti compliant ai nuovi fattori di ranking potrebbero non essere così semplici da implementare. Google ha aggiornato per facilitare gli sviluppatori i più diffusi strumenti di sviluppo come Lighthouse e PageSpeed ​​Insights.

 

Strumenti per ottimizzare l’esperienza sulle pagine 

Per aiutarti a far fronte a questo ennesimo aggiornamento di Google, ecco un riassunto di alcune risorse utili a misurare, monitorare e ottimizzare l’esperienza sulle tue pagine.

Tools Core Web Vitals

Ricordati quindi di:

Articoli Correlati

Perché ti serve la SEO

La SEO in parole semplici È realtà dimostrabile che le forme tradizionali di marketing (outbound marketing) come la pubblicità su carta... more

Come diventare SEO

Tra le domande che mi vengono rivolte più spesso "come si diventa SEO" o quali sono libri e corsi SEO che consiglio, sono sempre le più... more

Capire gli intenti di ricerca per scrivere contenuti che vendono

L'intento di ricerca dell'utente è l'obiettivo specifico che vuole raggiungere quando digita una query sul motore di ricerca Comprenderlo è il... more

Vuoi essere il nostro prossimo cliente felice?

Ogni anno gestiamo oltre 100 clienti, il 99% sono felici!