L’importanza della formazione in azienda: cosa ci si guadagna?

Per essere competitivi in un mercato in rapida evoluzione, è senza dubbio necessario e vantaggioso puntare sul know how distintivo delle proprie risorse ed avere la capacità di evolvere rapidamente in funzione delle caratteristiche di mercato.

Tutte le aziende, grandi o piccole che siano, traggono la loro forza principale dalle persone; le conoscenze, le esperienze, le abilità e il talento dei dipendenti sono il motore dell’azienda che, se correttamente gestito e curato, crea le condizioni per il raggiungimento degli obiettivi aziendali a breve termine e pone le basi per affrontare preparati quelli di lungo termine. A tale scopo, un ruolo determinante è giocato dalla costruzione di un programma di formazione aziendale efficace, che abbia come obiettivo quello di permettere ai dipendenti di svolgere le loro attività nel modo migliore ma soprattutto più aggiornato possibile.

La formazione aziendale

Molte delle nostre competenze lavorative diventano obsolete in poco tempo e la produttività e l’immagine dell’azienda tendono a diminuire se ci si affida alla consuetudine. È sempre importante mantenere una certa tradizionalità nel lavoro, ma questa rischia di trasformarsi presto in inerzia. Il mondo del lavoro è pervaso da continui aggiornamenti e miglioramenti: chi non riesce a stare al passo con i tempi rischia di veder diminuire il proprio fatturato e la produttività.

È finita quindi l’epoca della solida suddivisione in mansioni e comparti, ma anche di rigidi protocolli calati dall’alto: la produttività è statisticamente migliorata da un ambiente di lavoro fluido e da un workflow flessibile, che nella nostra agenzia SEO hanno sempre avuto la priorità. Per valorizzare ogni dipendente, però, c’è bisogno che sia adeguatamente formato. Molto spesso i corsi di aggiornamento possono essere inaccessibili o troppo costosi per i privati, ecco perché l’azienda dovrebbe farsene carico. Per far crescere la tua attività, che sia una start-up oppure un’azienda consolidata, è fondamentale prevedere un piano di formazione aziendale per i tuoi dipendenti. Questo perché sarà proprio l’aggiornamento professionale del team ad agevolare la crescita del tuo business e la sua competitività sul mercato.

I vantaggi per l’azienda

Rivolta a impiegati e dirigenti, la formazione aziendale fa parte dell’insieme dei processi aziendali che definiscono il percorso utile al raggiungimento degli obiettivi di business. I vantaggi, infatti, sono numerosi:

  • aumenta le competenze dei lavoratori,
  • incrementa la produttività,
  • sviluppa la capacità di problem solving,
  • incentiva il lavoro di squadra,
  • migliora l’organizzazione aziendale,
  • sviluppa le capacità comunicative,
  • agevola la gestione dei cambiamenti e delle priorità,
  • riduce i costi aziendali sia in termini di tempo che di denaro per trovare e inserire una nuova risorsa su cui puntare.

Tutte questi aspetti, pertanto, producono degli effetti positivi che esaltano le capacità dei singoli dipendenti, stimolano la condivisione nel team e favoriscono la creatività e l’employer branding.

Come creare un piano di formazione aziendale

L’improvvisazione è nemica della formazione aziendale e le attività di training devono essere organizzate seguendo precisi step.
La prima fase prevede la raccolta delle informazioni (ad esempio attraverso colloqui one-to-one o focus group). Questi consentono una più precisa analisi dei bisogni, a loro volta suddivisi in tre differenti categorie:

  • bisogno organizzativo: influenzato dagli obiettivi di business;
  • bisogno professionale: dipende dalla posizione che si occupa nella gerarchia aziendale;
  • bisogno individuale: esigenze dei singoli individui e sviluppo personale.

L’analisi consente al formatore di individuare gli obiettivi che si vogliono raggiungere attraverso il training aziendale e determina gli step successivi:

  •  Organizzare la formazione: una volta individuati gli obiettivi, seleziona i corsi più utili al loro raggiungimento. Sulla base del budget a disposizione, poi, prepara un elenco di corsi per tipologia, durata e costi. Una volta selezionati, organizza un programma la formazione che tenga conto delle priorità lavorative.
  • Verificare i risultati: per monitorare l’efficacia della formazione e dei corsi proposti, è importante analizzare i risultati raggiunti, l’applicabilità delle competenze sviluppate e apprese all’azienda e il loro impiego nel lavoro.
  • Revisionare il progetto formativo: ogni tre o sei mesi, prenditi del tempo per analizzare l’andamento del percorso formativo, per capire se i risultati ottenuti siano in linea con le aspettative e se gli obiettivi siano stati raggiunti.

Ho capito il valore che ha la formazione: ma quanto mi costa?

Investire in formazione è necessario se si vuole rimanere competitivi e se si vuole mantenere una posizione di rilievo nel proprio settore di riferimento, ma sappiamo anche che la formazione è un investimento in termini di risorse monetarie e di tempo che spesso si decide di non voler affrontare in favore di spese ritenute “più importanti”.

Ma quanto costa davvero investire in formazione? Ogni azienda dovrebbe prevedere un budget annuale da dedicare alla formazione e il percorso formativo ottimale dovrebbe prevedere:

  • Corsi di formazione individuale. Sono perfetti per chi necessita di una preparazione mirata su argomenti specifici e offrono il grande vantaggio di una preparazione fornita da un professionista che può quindi seguire il suo allievo, passo dopo passo, fugando in modo semplice e immediato ogni dubbio
  • Momenti di condivisione tra colleghi. Spesso ci si dimentica quanto anche un semplice scambio di informazioni tra colleghi può essere un momento di formazione che può coinvolgere tutto il personale. Hai ottenuto un ottimo risultato e ne sei fiero? Condividilo con i tuoi colleghi durante una riunione o perché no, anche in pausa caffè: può diventare una preziosa fonte di ispirazione e crescita!
  • Partecipazione a eventi e workshop. Partecipare a un evento fornisce l’enorme vantaggio di poter ascoltare esperienze e case study da professionisti del settore e soprattutto di avere la possibilità di instaurare un contatto con loro, costruendo vere relazioni e vivendo degli importanti momenti di networking.

Formazione per i clienti: un valore aggiunto da non sottovalutare

Questo genere di formazione è più recente ma ha già ottenuto un grande successo all’interno delle imprese che stanno implementando la formazione in modo più strategico e formale. In questo i clienti vengono formati sulle modalità di utilizzo dei prodotti e dei servizi dell’azienda; determinando risultati importanti; dalla riduzione delle richieste di assistenza clienti al miglioramento della fidelizzazione all’aumento dell’upselling, dalla maggiore comprensione delle attività acquistate alla maggiore consapevolezza del servizio fornito.
La conoscenza crea un circolo virtuoso tra cliente e fornitore a beneficio del progetto.

Henry Ford ha detto “Chiunque smetta di imparare è un vecchio, che abbia 20 anni o 80. Chi continua ad imparare, giorno dopo giorno, resta giovane”. E voi mica vorrete invecchiare, vero?

Iscriviti alla newsletter

Ricevi contentuti esclusivi e news sulla SEO

Contattaci