Il blog di Quindo

WPML-WooCommerce-Multilingual.jpg

Come creare un e-commerce WordPress multilingua

Sempre più spesso WordPress viene utilizzato  per la costruzione di piccoli / medi e-commerce e sempre più spesso scelto per creare dei negozi online multilingua con costi e delle tempistiche contenute rispetto ai grossi progetti sviluppati in Magento.

E-commerce WordPress multilingua: plugin o no?

Una delle possibili soluzioni da adottare è la creazione di una sottocartella e quindi di una installazione WordPress nella root del sito per ogni lingua che si vuole aggiungere (es. www.nomesito.it/en)

I Vantaggi? Gestire i siti in maniera completamente diversa. Capita ad esempio di dover utilizzare design diversi in base al paese: basti pensare al significato dei colori nelle diverse culture o all’uso di alfabeti diversi che richiedono quindi impaginazioni specifiche. Svantaggi? Dover gestire tutto manualmente, inserire i prodotti due o più volte in base alle lingue che abbiamo, settare tutto su ogni singola installazione, caricare i file media tutte le volte e controllare gli ordini sui vari siti.

L’altra soluzione, decisamente più pratica e alla portata di tutti,  consiste nell’utilizzo di un plugin per la gestione del multilingua. Avremo quindi un’unica installazione wp con WooCommerce e tutte le innumerevoli lingue utili  per il progetto. In questo caso, la scelta migliore del plugin, per mia esperienza personale, è WPML, un plugin a pagamento, con tre tipologie di abbonamento ( in base a tutte le vostre esigenze) che permette di gestire in maniera professionale tutti i progetti: dal sito istituzionale, al blog, all’e-commerce in più lingue.

WooCommerce Multilingua

WPML offre varie estensioni del plugin, tra cui  WooCommerce Multilingual che ci consentirà di settare tutto il possibile per ottenere il massimo dal nostro WooCommerce e risolvere delle problematiche non di poco conto a cui difficilmente riusciremmo a trovare una soluzione; la gestione delle valute multiple, il checkout e gli attributi (taglie, colori etc) giusto per citarne qualcuna.

Cosa ci serve:

  • WordPress installato e funzionante (ovviamente)
  • Template custom o acquistato (predisposti per WooCommerce)
  • Plugin Woocommerce
  • Plugin WPML
  • Plugin WooCommerce Multilingual

Una volta installato il tutto, potete trovare le impostazioni all’interno della sezione WPML > WooCommerce Multilingual. Da qui, è possibile gestire i prodotti, le classi di spedizione, le valute, permalink e traduzioni e gestioni di categorie, tassonomie e tag.

Il pannello dei prodotti ad esempio, il primo dei tab, ci mostra l’intera lista dei prodotti inseriti nel nostro e-commerce e le varie lingue in cui è stato tradotto. Cliccando poi sul nome prodotto, possiamo accedere alla schermata che ci consente di modificare le traduzioni senza dover per forza entrare nella scheda prodotto.

Anche i tab categorie / tag / attributi ci rendono la vita abbastanza facile infatti, come per i prodotti, ci consentono di controllare le traduzioni effettuate e – volendo – di aggiungere o correggere delle esistenti.

Conclusioni

Dopo aver maltrattato innumerevoli siti, sono arrivata alla conclusione che WPML integrato a WooCommerce, sia la migliore soluzione in termini di gestione e velocità e quindi di costi (il tempo è denaro si sa), soprattutto se si parla di siti con più di due lingue. E tu- invece – che soluzioni hai scelto per il tuo e-commerce? Preferisci altri plugin come qTranslateX o Polylang? O sei fan delle installazioni WordPress Multisite?

Francesca La BancaCome creare un e-commerce WordPress multilingua

Sei arrivato fino in fondo all'articolo?

L'hai davvero letto tutto tutto? Allora non puoi che condividerlo sui social! Fai sapere al mondo quanto siamo bravi bravissimi... anche a scrivere articoli.
PS: anche se non l'hai letto per intero ma hai trovato che le parti in grassetto fossero fantastiche, cosa aspetti? Condividilo lo stesso! ;)

Nome (*)

Email (*)

Telefono (*)

Di cosa si occupa la tua azienda?

privacy Acconsento al trattamento dei dati secondo le modalità qui riportate.

Partecipa alla conversazione