Digital PR: cosa sono e come possono migliorare il tuo business

Digital PR è l’abbreviazione di Digital Public Relations. Si tratta dell’applicazione di varie strategie sul web, volte a promuovere l’immagine di un brand.
Le Digital PR, associate ad una buona strategia SEO, possono migliorare notevolmente la Brand Reputation di un’azienda e aumentarne il business online.

Cosa sono le Digital PR

Le digital PR sono la normale evoluzione delle PR tradizionali.
Fino a qualche anno fa, infatti, si costruivano relazioni con le case editrici, i giornalisti o le aziende tramite contatti telefonici, incontri di persona o eventi di settore.
L’obiettivo delle pubbliche relazioni tradizionali era ottenere pubblicazioni su riviste, giornali cartacei o menzioni alla radio o tv.
Con l’avvento del digital marketing, per poter continuare a svolgere il loro lavoro, molti professionisti di PR hanno dovuto spostare il loro focus lavorativo sul web.
Con la progressiva centralità della comunicazione on line, il modo di fare PR è cambiato, sia per gli strumenti che per le attività. Il pubblico di riferimento delle pubbliche relazioni non sono più solo riviste o media in generale, ma potenzialmente qualsiasi utente.
Per questo motivo le Digital PR camminano di pari passo con la Brand Reputation e il Personal Branding.
Attraverso i social media, i forum e la possibilità che il web offre di interagire con le diverse piattaforme, chiunque è in grado di fornire un commento o un feedback su un prodotto, azienda o persona. La possibilità che gli utenti hanno di citare o menzionare un prodotto o brand influisce sulla Brand Reputation di un’azienda. Questa è, dunque, un’arma potentissima che può portare alla gloria, ma anche a compromettere la reputazione di un’azienda o brand!
Chi si occupa di Digital PR deve possedere, quindi, competenze di digital marketing e deve conoscere a fondo il web.
Se prima le informazioni che si trovavano sui media erano date da pubblicità o attività di pubbliche relazioni veicolate dalle aziende stesse, oggi non è più solo così.
Oggi un brand non ha il controllo totale di cosa succede nel web: per questo motivo è molto importante avere un’agenzia di digital PR che la supporti.

Digital PR cosa fa

Come detto in precedenza, le attività di Digital PR comprendono sia le attività tradizionali di pubbliche relazioni con i media, sia la gestione di tutti gli strumenti che il web offre, per veicolare l’immagine di un’azienda.
Quindi, un Digital PR cosa fa?
Uno specialista in Digital PR può scrivere o far scrivere i comunicati stampa sul lancio di nuovi prodotti, news aziendali o eventi da destinare a testate giornalistiche online, ma anche a blog o magazine di settore.
Chi fa Digital PR ha il compito di gestire un team di copy capaci di saper scrivere di diversi argomenti, sa assegnare i testi, gli articoli o i redazionali in base alle capacità e alla predisposizione di ciascun copy. Ha la capacità di intuire qual è il mezzo migliore per veicolare il messaggio che l’azienda vuole comunicare, incluso il mondo dei social.
E, ovviamente, ad un bravo digital PR specialist non potrà mancare la predisposizione ai rapporti interpersonali!
Riuscire a tessere dei rapporti di fiducia e proficui con editori, blog, testate giornalistiche nel digital è sempre più difficile. Basta pensare a quanti siti, testate e blog, sono nati negli ultimi 10 anni, producendo un affollamento nell’offerta dei contenuti on line.
Ma non sono solo queste le competenze che deve avere chi si occupa di pubbliche relazioni digitali.
Il Digital PR deve conoscere in maniera approfondita Google e gli altri motori di ricerca e deve comprendere le dinamiche di posizionamento.
Del resto, la Brand Reputation di un’azienda o il Personal Branding di una persona, oggi si misura anche su Google! Un brand, infatti, per farsi conoscere deve non solo essere rintracciabile su Google, ma anche posizionarsi nelle prime posizioni per avere maggiori possibilità di attirare utenti. Ma non solo.
La Brand Reputation si misura anche con il tipo di risultati che il motore di ricerca restituisce.
E’ compito del Digital PR Specialist fare in modo che le pagine di Google riportino in primo piano risultati positivi sul brand o sulla persona per cui sta lavorando.
E, ancora, è sua responsabilità monitorare il web e nello specifico il mondo dei social, attraverso cui consolidare l’immagine aziendale e intervenire in caso di risultati o commenti negativi.
Per essere efficace e riuscire a far veicolare contenuti positivi e rilevanti per il brand è opportuno che il Digital PR conosca la SEO.

Digital PR e SEO

Come accennato all’inizio di questo articolo, le Digital PR associate alla SEO – e anche alla link building – sono un’ottima strategia per incrementare il proprio business.

Oggi sentiamo spesso associare le attività di digital PR con quelle della SEO, perché tutto quello che facciamo nel web viene conservato e riproposto da Google secondo i suoi algoritmi. Proviamo a fare un esempio per approfondire meglio questo concetto.
Probabilmente tutti, almeno una volta, abbiamo Googlato il nostro nome e cognome, oppure il nome del nostro brand o della nostra attività.
Cosa è venuto fuori?
Nella maggior parte dei casi, probabilmente, sarà capitato di trovare in prima pagina dei risultati inaspettati, che neanche noi sappiamo come siano finiti nella SERP di Google!
Ciò avviene perché magari qualcuno ha scritto un articolo che parla di noi, oppure qualcun altro ha lasciato una recensione su un prodotto e così via.
Conoscere le regole SEO e far scrivere contenuti ottimizzati aiuta il posizionamento di articoli e redazionali che hanno così più possibilità di posizionarsi sul motore di ricerca.
Inoltre, non dimentichiamo i link!
I link, come sappiamo, sono molto rilevanti per Google e sono un fattore di ranking che aiuta un sito o e-commerce per il posizionamento.
Fare delle buone Digital PR significa anche saper individuare i siti, i magazine e i blog giusti anche in funzione della qualità dei backlink in ingresso da portare al sito.
L’importanza di inserire un link, una menzione o una citazione su siti autorevoli significa migliorare anche l’autorevolezza del sito su cui si sta lavorando. Questo porta ad un miglioramento, non solo della Brand Reputation, ma anche del posizionamento del sito stesso.
Del resto, come sappiamo, migliore è il posizionamento del nostro sito, maggiori sono le probabilità di conversione o vendita per il nostro business.
Arrivati a questo punto possiamo cogliere anche un’altra fondamentale differenza tra le pubbliche relazioni tradizionali e le attuali Digital PR, ovvero la misurabilità dei dati.
Mentre prima era molto difficile misurare i risultati di un’attività di public relations, oggi con il web abbiamo a disposizione tantissimi strumenti per verificare il lavoro di un Digital PR specialist.
Vediamo alcuni tool con cui è possibile monitorare e misurare queste attività.

Google Analytics e Google Search Console: attraverso questi strumenti è possibile misurare il successo di una strategia e il raggiungimento dei diversi obiettivi, come ad esempio, l’aumento del traffico al sito o al singolo articolo.
Ahrefs: con tool di questo tipo è possibile monitorare i backlink in ingresso al sito e capire che tipologia di link sta ricevendo.
Semrush: con tool come Semrush e simili è possibile monitorare il posizionamento generale del sito o di determinate keywords associate a pagine strategiche.

Oggi fare Digital PR è importantissimo per chi ha un’attività online, ma anche per chi non è presente online con un proprio sito.
Affidarsi ad un’agenzia SEO può essere utile, ad esempio, quando la Brand Reputation viene minata da articoli negativi che si posizionano nelle prime pagine di Google.

Se pensi di dover ricorrere alle Digital PR per monitorare o migliorare la tua Brand Reputation su Google contattaci, vedremo insieme la strategia migliore da adottare!

Fissa un appuntamento