Content strategy per Youtube: cos’è e come crearla

Per chi lavora nel marketing esiste un mantra che recita “Content is King”. I contenuti devono governare la tua comunicazione. Basare una strategia di comunicazione su contenuti video importanti per gli utenti è da sempre (se ci pensiamo già ai tempi del Carosello e sicuramente anche prima) una strada maestra per raggiungere gli obiettivi di marketing.

Se vuoi sviluppare il tuo business con una video content strategy non ti rimane che spostare la comunicazione product-oriented (o service-oriented) ad una comunicazione content-oriented.

Cos’è una content strategy?

Si trovano molte definizioni di cosa sia una content strategy e come si differenzi dal content marketing. La più semplice ce la dà wikipedia, definendo la content strategy come “un approccio di marketing strategico che si basa sulla creazione e distribuzione di contenuti di valore, al fine di attirare un pubblico di riferimento […], creare una relazione e, infine, aumentare le vendite“.

Si tratta quindi di creare contenuti utili al target di riferimento così da generare relazione e affezione al brand.

Perché una content strategy su Youtube?

Qualsiasi sito può inserire all’interno contenuti creati per raggiungere obiettivi di marketing (blog, eBook, app, video, template, ecc) ma YouTube ci fornisce delle caratteristiche particolari.

Primo fra tutti: YouTube è il secondo motore di ricerca al mondo (dopo Google). Questo ci permette di intercettare già dei bisogni consapevoli del target. Contenuti ad alto valore SEO sfrutteranno la piattaforma per intercettare gli utenti interessati.

Secondo: molte ricerche, una fra tutte quella di Wyzowl, mostra come il 96% degli utenti preferisca guardare un video per conoscere un prodotto o un servizio.

Terzo: i video pubblicati su YouTube vengono ancora visualizzati dopo diversi mesi (o addirittura anni) mentre i video su piattaforme social hanno una vita che va da poche ore a qualche giorno. Questo ci permette di realizzare strategie a medio – lungo termine.

La base di una strategia: definire obiettivi specifici e misurabili

Sei pronto per iniziare a sviluppare una content strategy su YouTube? Ecco i primi passi.

Definisci un obiettivo specifico e misurabile. Cosa vuol dire? L’errore più comune è creare contenuti video senza obiettivi. Ricorda, in una strategia, si definisce sempre un obiettivo. Possono essere (per esempio) la generazione di lead, visite ad una landing page o il miglioramento della brand awareness.

Gli analytics di YouTube ti aiuteranno a verificare gli obiettivi ed eventualmente modificare i passi successivi della tua strategia.

Come ci ricorda Google è importante suddividere i contenuti per “micro-moments” riuscendo ad intercettare le necessità di un utente. Cerca risposte? Vuole scoprire nuovi prodotti? O è già in fase di scelta?

Per ogni fase del funnel di vendita serviranno quindi contenuti specifici per il tuo target.

YouTube content strategy: il segreto del successo

Gli algoritmi di Google e YouTube non riescono ancora a decodificare le immagini. Dobbiamo quindi aiutarli dando indicazioni precisi per essere indicizzati correttamente all’interno dei motori di ricerca. Per i contenuti video caricati su YouTube questo è possibile con parole chiave inserite nel titolo, della descrizione, nei tag e, perché no, anche nei sottotitoli (diverse indiscrezioni dicono che anche questi vengano utilizzati per l’indicizzazione).

Puoi creare poi i capitoli facilitando l’esperienza e la fruizione del contenuto (anche questi utili per l’indicizzazione) e non dimenticare mai una buona thumb (immagine di copertina). I primi piani, i dettagli e immagini che rappresentano “azioni interrotte” (tutto ciò che può stimolare la curiosità) aumentano le probabilità che l’utente scelga di visualizzare il tuo video.

Non dimenticare infine le playlist. Queste sono spesso sottovalutate ma aiutano a creare un percorso facilitato per l’utente e una coerenza comunicativa, tutte cose che piacciono all’algoritmo di YouTube.

Quando carichi i tuoi video ricorda sempre il percorso creato per il tuo utente e i tuoi obiettivi di marketing. Le opzioni relative alle schermate finali e alle schede ti possono aiutare in questo. Quale azione stai chiedendo all’utente al termine del video? Utilizza la schermata finale per aiutarlo nella scelta, potrai anche impostare  il momento in cui comparirà a video (per evitare sovrapposizioni tra messaggi). Le schede ti serviranno invece per rendere il video più interattivo collegandolo ad altri video, playlist, canali o link. Queste opzioni non sono però disponibili nei video per bambini.

Come creare una content strategy per YouTube

C’è un modello utilizzato da molti content strategist: il modello delle 3H. Questo modello prevede tre tipologie principali di contenuti: Hero, Hub, Help. Se vuoi scoprirne di più, questo è un articolo molto utile: modello 3H nella video content strategy.

I contenuti migliori per una piattaforma come YouTube sono sicuramente Hub e Help. Nei primi si cerca di creare una serialità su tematiche importanti per gli utenti (legate al nostro brand ma non necessariamente al prodotto) mentre nei secondi i contenuti mirano a rispondere a domande che gli utenti ricercano online (un esempio possono essere i video tutorial).

Definisci quali tipi di contenuti vuoi creare

Per realizzare una strategia è necessario partire dall’obiettivo e realizzare dei contenuti che accompagnino i nostri futuri clienti all’azione ricercata. Come farlo? Pianificando dei contenuti video con il modello 3H (in particolare Hub e Help).

Potrai inserire come video principale del canale YouTube il tuo video Hero o un video che ti presenti o presenti la tua azienda. Le playlist (inserite nella Home Page) aiuteranno l’utente, che avrà visto un video, a trovarne ulteriori, affezionarsi al tuo brand e scegliere di rimanere in contatto (uno degli obiettivi del content marketing).

Ricorda di preferire temi che siano utili al tuo target e di utilizzare correttamente le parole chiave per essere trovato più facilmente.

Potrai poi inserire i video all’interno del tuo sito, in articoli e pagine che trattano lo stesso tema. Molti utenti preferiscono guardare un video piuttosto che leggere un intero articolo del blog. In questo modo aumenterai la permanenza nel tuo sito.

Esempi di contenuti video e canali su YouTube

Ecco tre esempi canali YouTube da cui prendere ispirazione per la tua prima video content strategy.

 

The Nort Face: un canale con contenuti Hub e Help per tutti i gusti

https://www.youtube.com/user/TheNorthFaceVideo

 

RedBull: video Hub e branded documentaries per sviluppare awareness

https://www.youtube.com/user/redbull

 

MailChimp: tutorial, webinar e storie di successo per uno dei brand più conosciuti nel marketing

https://www.youtube.com/user/MailChimp

Fissa un appuntamento