Come servire i file media da Google Cloud Storage o una CDN

Google Cloud Storage è uno dei numerosi prodotti e servizi offerti da Google Cloud Platform che offre prezzi di archiviazione davvero super competitivi. Cloud Storage di questa portata vengono usati da portali che hanno bisogno di backup aggiuntivi o che offrono file di grandi dimensioni (immagini, foto, download, software, video, giochi).

Google Cloud Storage su WordPress con Wp Stateless

La prima opzione per poter integrare Google Cloud Storage sul vostro sito WordPress è usare il plugin gratuito WP-Stateless, sviluppato da squadra di Usability Dynamics.

Il plugin automaticamente crea delle copie dei file dal vostro sito su Google Cloud Storage, ogni volta che vengono caricate nella libreria. È possibile creare delle copie di backup o di pubblicare i file media direttamente da Google Cloud Storage eliminandoli quindi dall’upload di WordPress.

Nonostante il plugin sia abbastanza recente vanta giá migliaia di installazioni e la compatibilità con diversi plugin famosi nel mondo WordPress, per citarne qualcuno:

  • Easy Digital Downloads
  • Imagify Image Optimizer
  • ShortPixel Image Optimizer
  • WPForms
  • WP Smush
  • Gravity Forms
  • WPBakery Page Builder

Il nostro amato Mr G come sempre viene incontro ai nuovi clienti, Google Cloud Platform offre ai nuovi utenti una prova gratuita di 3 mesi dal valore di $300. Vi sarà sufficiente registrarvi per poter provare le potenzialità di questo strumento e scoprire se possa fare al caso vostro. Consultate le FAQ sulla prova gratuita e sui prezzi di Google Cloud Storage.

Guida Wp Stateless

Installate il plugin gratuito WP-Stateless dalla repository di WordPress o cercando “WP-Stateless” nella dashboard di WordPress, una volta attivato fate clic su “Begin Setup Assistant”. Effettuate poi il login con il vostro account Google che volete associare a questo dominio.

WP-Stateless vi aiuterà a configurare il progetto e il bucket di Google Cloud, che servirà per archiviare i vostri file multimediali di WordPress. Una volta che avrete configurato tutto, premete su “Continua” e aspettate la conferma che tutto sia andato a buon fine. 

Impostazioni WP-Stateless

Puoi trovare le impostazioni di WP-Stateless e Google Cloud Storage alla voce di menu “Media → Impostazioni Stateless”. Nella scheda “Impostazioni” dovrete configurare la modalità che preferite.

  • Disabled: disattiva il supporto.
  • Backup: carica i file multimediali su Google Storage.
  • CDN: copia i file multimediali su Google Storage e li servi direttamente da lì.
  • Stateless: archivia e serve i file multimediali solo con Google Cloud Storage. Cosi facendo potrete risparmiare la maggior quantità di spazio.
  • File URL Replacement: esegue la scansione dei contenuti e sostituisce le URL con quelle di Google Cloud Storage senza intaccare il database.

Più in basso nella pagina ci sono le impostazioni aggiuntive:

  • Cache-Control: di default, public, max-age=36000, must-revalidate.
  • File URL and Domain: sostituite il dominio GCS predefinito con il vostro dominio personale. Questo renderà necessario configurare un CNAME.
  • Organization: organizza i caricamenti in cartelle ordinate per anno e mese.
  • Cache Busting: imposta un set casuale di numeri e lettere al nome del file affinchè non ci siano problemi di caricamento file con lo stesso nome.

Le immagini che caricate nella libreria multimediale di WordPress vengono copiate automaticamente su Google Cloud Storage. Alla prima configurazione dovrete fare un bulk e sincronizzare tutta la libreria.

Fissa un appuntamento