Rebecca Moutier

Mi piace parlare, ma non di me. Quindi? Eccomi qua. Nel tempo libero, quando non sono impegnata a parlare, ridere o mangiare, studio Spettacolo e Comunicazione. Eh sì, sono "la piccola" (e ho ancora agevolazioni e sconti nei musei e a teatro, cosa di cui amo vantarmi). Mi occupo di marketing social media e scrivo cose. Più cose ho da scrivere, più sono felice. Avrei bisogno di giornate di 48 ore, ma riesco a cavarmela abbastanza bene anche in 24. 

I miei superpoteri

Da bambina sognavo di avere il mantello invisibile di Harry Potter, ma ancora nessuno me l'ha regalato. Mi accontento dei piccoli poteri che ho sviluppato crescendo.

1

Chirurgo mancato

Ho visto e rivisto (con lacrime annesse) così tante puntate di Grey’s Anatomy che potrei operarmi da sola. Ad occhi chiusi. Ma amo le sfide, quindi ho deciso di fare tutt’altro. Rimane comunque il mio piano B.

2

Il curioso caso di Rebecca Button

Sono nata vecchia. Datemi un sabato sera, una tazza di tè bollente e una copertina di pile ed io sarò felice. Aggiungete un bel film e vi amerò per sempre. Chissà se crescendo tornerò giovane. Per adesso adoro i miei 80 anni. Sarà anche per questo, forse, che mi trovo così bene con i miei anziani colleghi.

3

Primo premio puntualità e organizzazione

Sono sempre puntuale. Se dobbiamo incontrarci, arrivo 5 minuti prima. Ma sto imparando ad essere tollerante con chi arriva in ritardo. Odio non avere un piano e per questo organizzo sempre ogni cosa nei minimi dettagli. E non sono particolarmente tollerante con chi è disorganizzato. Nel caso, potete provare a farvi perdonare con del cibo. Spesso funziona!