Call to action: come usare le CTA con successo nel web marketing

Le CTA, call to action, sono messaggi pensati per invitare gli utenti a compiere un’azione, ossia per portare a termine una conversione.

Il termine call to action in italiano si traduce come “chiamata all’azione“. Solitamente però si utilizza l’acronimo CTA.

Le call to action sono fondamentali per raggiungere gli obiettivi di marketing online. Scrivere una buona call to action è un modo efficace per coinvolgere i lettori e motivarli ad effettuare l’azione desiderata. Le call to action dovrebbero essere brevi ed accattivanti, espresse con parole semplici ed immediate che ispirano l’azione. Termini come “iscriviti”, “acquista”, “scopri” e altri parole che evocano l’azione.

L’obiettivo principale delle call to action è quello di portare gli utenti ad agire.

Ma come fare per sfruttarle al meglio?

Cos’è una call to action? 

La call to action è una frase che incoraggia gli utenti ad agire. Il suo scopo principale è quello di indurre le persone ad effettuare una conversione. Dove per conversione non s’intende necessariamente l’acquisto di un prodotto presso un e-commerce, ma una qualsiasi azione, misurabile, importante per il brand.

Le CTA sono spesso usate su siti web, blog, e-mail e, soprattutto, nell’advertising. Utilizzando le parole giuste e il tono appropriato, è possibile creare CTA che colpiscano nel segno e che attirino l’attenzione del nostro pubblico.

Perché le CTA sono importanti?

Le call to action sono fondamentali per qualsiasi strategia di marketing online.

Una buona chiamata all’azione può incoraggiare i clienti a compiere le azioni per cui la strategia di marketing è stata implementata:

  • Acquistare un prodotto
  • Visitare un sito web
  • Scaricare un e-book
  • Compilare un form contatti
  • Iscriversi alla newsletter.

Le CTA sono anche molto utili per misurare il successo di una campagna di marketing. Se i nostri obiettivi sono misurabili, possiamo tenere traccia del numero di clic sulla CTA ed esaminarne le prestazioni nel tempo. In questo modo saremo in grado di capire qual è il messaggio più efficace e qual è il miglior posizionamento per  CTA. Questo è il ruolo fondamentale svolto dalla strategia CRO, attraverso cui, analizzando i dati, si migliorano le performance di conversione.

Call to action primaria e call to action secondaria: un lavoro di squadra

Una call to action primaria è un invito diretto al pubblico a compiere un’azione immediata, come ad esempio effettuare un acquisto o iscriversi alla tua newsletter. Questo è il messaggio principale che vogliamo trasmettere, quello che vogliamo resti ben impresso nella nostra audience.

La call to action secondaria è più generica. Può includere richieste meno urgenti, e può incoraggiare i lettori a scoprire ulteriori informazioni sul prodotto o servizio, leggere altri articoli o visualizzare altri contenuti correlati al tema della campagna. In questo senso è molto utile quando l’utente non è ancora pronto a fare la conversione più “impegnativa”, allora lo incentiviamo ad approfondire l’argomento o a rimanere in contatto con noi attraverso l’iscrizione alla newsletter.

Ma la call to action secondaria è fondamentale anche nella fase successiva al compimento della conversione primaria: serve infatti a fidelizzare il nostro utente che ci ha dimostrato fiducia. Allora perché “non battere il chiodo finché è caldo”?  Facciamo in modo di fidelizzare il nostro lead. Ad esempio attraverso proposte di up-selling o cross-selling prima del check-out in un e-commerce. Ma anche la stessa iscrizione alla newsletter può essere riproposta nella pagina di ringraziamento per l’acquisto o per la compilazione di un form.

Affinché le CTA primarie e secondarie funzionino in modo efficace, devono essere ben scritte e integrate nel contesto della comunicazione.

Per massimizzare l’efficacia del marketing, la strategia migliore è quella di utilizzare entrambi i tipi di call to action in modo da ottenere risultati ottimali.

Call to action, requisiti di una CTA efficace

Una CTA ben strutturata e ben posizionata può aiutare a generare un maggior numero di conversioni, incoraggiando i lettori ad intraprendere l’azione desiderata.

Per ottenere il massimo dalle proprie CTA, bisogna tenere a mente alcune cose:

  1. Pianifichiamo la strategia: prima di tutto assicuriamoci di avere chiarezza sui nostri obiettivi. A cosa vogliamo che gli utenti reagiscano? Quale azione vogliamo che compiano? Un obiettivo chiaro aiuterà i lettori a comprendere meglio il nostro messaggio e incoraggerà loro a prendere un’azione;
  2. Utilizziamo espressioni chiare ed univoche: scegliamo parole che descrivano con precisione cosa devono fare e come possono beneficiarne;
  3. Diamo la giusta attenzione al design: scegliamo il posizionamento corretto della CTA all’interno della pagina web o del contenuto in cui verrà inserita. Se la CTA è ben progettata e posizionata, l’utente sarà più predisposto a cliccarvi e ad agire. Ottimizziamo il design con un colore contrastante, utilizziamo un font di facile lettura, e posizioniamo la call to action in modo strategico, ad esempio nella parte superiore della pagina web o alla fine del contenuto di un post sul blog;
  4. Assicuriamoci che sia accessibile da tutti i dispositivi: sebbene le persone possano leggerla da qualunque dispositivo mobile o desktop, la call to action potrebbe non essere visibile su tutti gli schermi o potrebbe essere difficile da premere su dispositivi mobili. Assicuriamoci quindi che la CTA sia ben progettata per tutti i tipi di dispositivi in modo che gli utenti possano facilmente cliccarci.
  5. Facciamo i test: non dimentichiamo mai di testare le CTA per migliorare le conversioni! Monitoriamo lo scrolling e il tempo di permanenza sulle pagine, le mappe di calore e poi testiamo le CTA, per capire dov’è meglio posizionarle. Proviamo diversi copy, colori, font o layout. Monitorando costantemente i risultati, riusciremo a definire qual è la formula vincente per il nostro business.

Call to action e SEO

La strategia SEO non ha il solo scopo di posizionare il contenuto sul motore di ricerca. La SEO è una tecnica di inbound marketing che ha l’obiettivo di portare l’utente a convertire. La CTA esprime in maniera univoca il tipo di azione che vogliamo dall’utente.

La CTA deve essere pertinente al contenuto: cliccare sulla nostra CTA per l’utente significa soddisfare il bisogno per cui sul motore di ricerca ha digitato una query e ha cliccato sul link che porta alla nostra pagina.

Affinché l’utente compia l’azione per cui ci ha cliccato è necessario che ci sia coerenza tra title, metadescription, che è a sua volta una chiamata all’azione, e contenuto su cui l’utente atterra. Se il contenuto mantiene la promessa di soddisfare il bisogno dell’utente, allora la CTA molto probabilmente funzionerà. Ovviamente se sono presenti anche un copy accattivante e una grafica efficace.

La SEO è un valido alleato quando si tratta di promuovere le nostre call to action: con una corretta ottimizzazione delle parole chiave potremo migliorare la visibilità delle nostre CTA e aumentarne l’efficacia, portando gli utenti a convertire.

Call to action, consigli utili

Non esiste una call to action universale: una pagina può concludersi con un form di contatto, con una serie di link ai profili social, oppure con un collegamento allo shop in cui scoprire i prodotti in offerta. Qualsiasi CTA decidiamo d’inserire, l’importante è che sia chiara e univoca. In questo modo le persone non si confonderanno e sapranno esattamente cosa devono fare.

Ecco alcuni utili consigli per scrivere una call to action efficace.

Scrivere un copy persuasivo

Una call to action ben formulata può aiutarci a raggiungere l’obiettivo, e convincere i lettori ad intraprendere l’azione desiderata. Ecco alcuni semplici passaggi da seguire per creare una call to action efficace:

  1. Utilizziamo parole persuasive: parole come “gratuito”, “ora”, “immediato” o “facile” stimolano l’azione.
  2. Scegliamo espressioni brevi e concise: evitiamo di usare parole troppo complesse o frasi lunghe, poiché potrebbero confondere i lettori.
  3. Sottolineiamo i benefici: focalizziamoci su quello che i lettori otterranno facendo clic sul link di call to action. Usiamo termini come “risparmia”, “guadagna” o “scopri” per attirare l’attenzione dei lettori e convincerli ad agire.
  4. Aggiungiamo un senso di urgenza: usiamo termini che creano urgenza nella mente dei lettori, come ad esempio “offerta limitata”. In questo modo faremo percepire l’unicità dell’occasione, e incoraggeremo le persone ad agire subito.

Il tutto nel rispetto delle regole sulla pubblicità a tutela del consumatore, ovviamente!

Creare bottoni con CTA

I pulsanti sono un modo semplice per rendere le CTA più visibili, e invogliano i lettori a cliccarci sopra. Inoltre i clic sui bottoni sono misurabili, e questo significa avere dati da analizzare per testare e migliorare.

Ecco alcuni consigli utili per creare un pulsante efficace:

  1. Scegliamo un testo chiaro, accattivante e breve, che sia in linea con il tono di voce del marchio e del contenuto in cui è presente. Ad esempio, la call to action in un blog post sarà meno incisiva di un call to action di una landing page studiata per una campagna di vendita. Possiamo usare espressioni come “Acquista ora”, “Scopri di più” o “Iscriviti”, ormai familiari alla maggioranza degli utenti.
  2. Il colore del bottone dovrebbe essere abbinato al logo o alla marca. Sebbene il colore rosso sia spesso associato all’urgenza, non è necessariamente quello giusto per tutti i tipi di bottoni. Scegli un colore che si distingue dal resto della pagina in modo che sia facilmente visibile dagli utenti.
  3. Posiziona il bottone in un punto visibile della pagina web, o anche in più punti: se è solo in fondo alla pagina può darsi che il lettore non arrivi a vederlo: assicurati che sia ben visibile agli occhi dell’utente.

Una CTA forte e ben posizionata può fare la differenza in termini di coinvolgimento degli utenti e conversioni finali. Non sottovalutiamo l’importanza del copy e del design. Prendiamoci il tempo necessario per creare la giusta struttura e posizionamento per la CTA, analizziamo sempre i dati e facciamo test: i risultati saranno visibili!

Se vuoi avere al tuo fianco un’agenzia che ti supporta nella creazione di contenuti che convertono con il traffico organico del sito, desideri ottimizzare le pagine del sito per massimizzare le conversioni grazie anche all’analisi dei dati, Quindo, agenzia specializzata in SEO e CRO, è il partner giusto per te!

Raccontaci il tuo progetto